Navigazione veloce

Liceo Coreutico

Print Friendly

Il Liceo Coreutico, istituito con l’ultima Riforma Scolastica, prevede nel suo Piano di Studi, oltre all’insegnamento delle discipline comuni a tutti gli indirizzi liceali, quello di materie specifiche quali : tecniche della danza, laboratorio coreutico e coreografico, storia della danza, storia della musica, teoria e pratica musicale per la danza. Pertanto gli studenti, al termine del quinquennio, con il Diploma di Maturità avranno possibilità di accesso a tutte le Facoltà Universitarie, oltre che a Corsi di Formazione Superiore per danzatori ed insegnanti di danza e ad incarichi lavorativi specifici nel settore artistico di competenza.

Il Liceo Coreutico Statale di terni, primo ed unico nella Regione Umbria, sarà attivo grazie ad una Convenzione con l’Accademia Nazionale di Danza di Roma che, insieme al Ministero della Pubblica Istruzione, garantisce sulla professionalità del personale docente, nonché sulla serietà dei programmi ministeriali.

 “Il percorso del liceo musicale e coreutico, articolato nelle rispettive sezioni, è indirizzato all’apprendimento tecnico-pratico della musica e della danza e allo studio del loro ruolo nella storia e nella cultura. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per acquisire, anche attraverso specifiche attività funzionali, la padronanza dei linguaggi musicali e coreutici sotto gli aspetti della composizione, interpretazione, esecuzione e rappresentazione, maturando la necessaria prospettiva culturale, storica, estetica, teorica e tecnica. Assicura altresì la continuità dei percorsi formativi per gli studenti provenienti dai corsi ad indirizzo musicale di cui all’articolo 11, comma 9, della legge 3 maggio 1999, n. 124, fatto salvo quanto previsto dal comma 2” (art. 7 comma 1).

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:

  • eseguire ed interpretare opere di epoche, generi e stili diversi, con autonomia nello studio e capacità di autovalutazione;
  • analizzare il movimento e le forme coreutiche nei loro principi costitutivi e padroneggiare la rispettiva terminologia;
  • utilizzare a integrazione della tecnica principale, classica ovvero contemporanea, una seconda tecnica, contemporanea ovvero classica;
  • saper interagire in modo costruttivo nell’ambito di esecuzioni collettive;
  • focalizzare gli elementi costitutivi di linguaggi e stili differenti e saperne approntare un’analisi strutturale;
  • conoscere il profilo storico della danza d’arte, anche nelle sue interazioni con la musica, e utilizzare categorie pertinenti nell’analisi delle differenti espressioni in campo coreutico;
  • individuare le tradizioni e i contesti relativi ad opere, generi, autori, artisti, movimenti, riferiti alla danza, anche in relazione agli sviluppi storici, culturali e sociali;
  • cogliere i valori estetici in opere coreutiche di vario genere ed epoca;
  • conoscere e analizzare opere significative del repertorio coreutico.

 

LICEO COREUTICO

QUADRO ORARIO 

DISCIPLINE   area comune

I° Biennio

II°Biennio

V° anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

4

4

Lingua straniera

3

3

3

3

3

Storia e geografia

3

3

Storia

2

2

2

Filosofia

2

2

2

Matematica*

3

3

2

2

2

Fisica

2

2

2

Scienze naturali**

2

2

Storia dell’Arte

2

2

2

2

2

Religione/Attività Alternative

1

1

1

1

1

DISCIPLINE   area coreutica

Storia della danza

2

2

2

Storia della musica

1

1

1

Tecniche della danza

8

8

8

8

8

Laboratorio Coreutico

4

4

Laboratorio Coreografico

3

3

3

Teoria e pratica musicale per la danza

2

2

Totale ore settimanali

32

32

32

32

32

 *     con informatica al 1° Biennio

**   Biologia, Chimica, Scienze della Terra                                                                                         

N.B. È previsto l’insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti  attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato.